Adesso qui...in direzione di una coscienza espansa e libera!: L'emergere della coscienza trans-temporale    
 L'emergere della coscienza trans-temporale0 comments
picture14 Jan 2013 @ 19:13, by Oscar Marzorati

Post originale: [link]

La tanto attesa fine dei tempi (dei Maya) è passata via senza nemmeno accorgercene, apparentemente non è cambiato nulla, tranne ciò che sarebbe dovuto ovviamente cambiare, ma il primo fenomeno che possiamo testimoniare è l'emergere di una "coscienza trans-temporale". Opportunamente, anche Hollywood ne approfitta, giusto in tempo, con l'uscita di "Cloud Atlas" (qui in Brasile conosciuto come “A Viagem”).

Ci sono due aspetti da contemplare: in primo luogo, l'esperienza individuale che produce un'impressione esaltante dell'esistenza trans-temporale, e in secondo luogo la possibilità incredibile di ottenere un salto di qualità della propria condizione esistenziale nel suo intero e, di conseguenza, della condizione della coscienza umana nel suo insieme all’interno di un processo trans-personale e trans-temporale.

Naturalmente, se osserviamo bene, non abbiamo già una coscienza trans-temporale? L'osservazione del “tempo” produce di per sé una consapevolezza trans-temporale, o no? La possibilità di “tornare indietro nel tempo” e vedere le foto del passato, non è un fatto “trans-temporale”?

La risposta, ovviamente, é SI, e con ciò si sostiene da sempre che la coscienza sarebbe invariante nel tempo. Ma non è esattamente vero, se si considera che osservando il tempo si nota una certa “differenza nelle impressioni", piuttosto che visualizzare una serie di immagini simultanee, e "visualizzando" i ricordi e le memorie si vedono "le immagini del passato" nel tempo presente.

La chiave per una consapevolezza “onnicomprensiva” trans-temporale è di avere più consapevolezze CONCORRENTI dei “tempi-momenti” della tua vita.

Possiamo “inviare” ispirazione indietro nel tempo a noi stessi per quando ne avevamo bisogno? Il vostro Sé futuro sta mandando nuove idee mentre state leggendo queste righe in questo momento?

Supponiamo di poter fare ciò. Lo noteremmo? Qui entriamo in un altro paradosso, quello già esplorato in film come “Butterfly Effect” e “Il Pianeta delle Scimmie”: non si nota fino a quando noi siamo parte del “sistema”. L'intera linea de tempo cambia nel momento in cui si modifica una parte di essa. Tutto sarebbe “normale”, come prima, e nessuno noterebbe la differenza.

Lasciamo alle spalle le speculazioni!

Ecco come fare:
innanzitutto, osservare parte del proprio processo di respirazione, per esempio il flusso d’inalazione, e ricordare questo “flusso” durante i cicli successivi della respirazione. Ad esempio, dopo 5 cicli di respirazione, l'inspirazione successiva dovrebbe ricordare gli ultimi 5 momenti di inalazione mentre si osserva il 6°, e così via. (Suggerimento: tutto ciò aiuta a limitare il numero dei momenti di inalazione passati).

In secondo luogo, selezionare un “tempo” nel passato che si ricordi bene e “osservarlo” mentre si “osserva” il momento attuale. Aggiungere vari “momenti” della vostra vita attuale e così continuare...

In bocca al lupo!

La vita non sarà mai più la stessa...
.......................................................
Visita (e clicca “Mi Piace”!) la pagina di Max su Facebook: [link]

Questo articolo può essere discusso anche nel gruppo "Self-development-Discussion”, al quale puoi partecipare su YahooGroups!


[< Back] [Adesso qui...in direzione di una coscienza espansa e libera!]


0 comments


Your Name:
Your URL: (or email)
Subject:       
Comment:
For verification, please type the word you see on the left:


[< Back] [Adesso qui...in direzione di una coscienza espansa e libera!] [PermaLink]?